Left topbar custom text

Blog

Che faccia ha la guarigione?

Nei Disturbi alimentari però è maledettamente difficile vedere in faccia la guarigione, esserne certa.
Come il paziente non vede la malattia, nello stesso modo il medico non vede la guarigione se non celata da frasi, sorrisi, modo di fare, vitalità, interessi.

L’importanza della continuità terapeutica

Ti informo che è mia intenzione attivare nuovamente il servizio di consulenza online, vale a dire incontrare i miei pazienti con video chiamate (whatsapp, zoom, meet) al fine di poter continuare a mantenere il contatto e la relazione terapeutica anche se non in presenza.

Ti racconto ciò in cui credo

Quando scegli me come professionista per migliorarti, non aspettarti che ti misuri ogni centimetro, che ti punzecchi con aghi, che ti stupisca con test, macchinari, pinze o pozioni: questi non sono i miei strumenti, non mi interessa fare ciò che fanno gli altri; io preferisco fare ciò in cui credo e ciò che l’esperienza mi ha dimostrato essere la cosa migliore.

Rabbia!

Voglio  esprimere la rabbia che provo quando il paziente che applica per qualche settimana l’alimentazione suggerita, lamenta solo ed esclusivamente il mancato dimagrimento o il dimagrimento non adeguato alle sue aspettative che spesso sono poco realistiche e non sane.

Quali sono gli strumenti e i parametri per giudicare “bravo” un medico?

È sicuramente necessaria una significativa dose di coscienza e capacità introspettiva per giudicare se stessi ancor prima che ti giudichino gli altri. Mettere in discussione il proprio operato, il proprio modo di fare, le proprie competenze, i propri limiti, le difficoltà o i punti di forza che appartengono a ciascuno, non è cosa da poco e non è cosa facile.

Cicciottello non fa più rima con bimbo bello e sano

Ai genitori di questo scorcio di secolo è data una responsabilità in più rispetto ai loro genitori: quella di imparare ad alimentarsi adeguatamente per poter alimentare e nutrire correttamente i propri figli che sono inevitabilmente sottoposti ad un elevato rischio di incorrere in patologie cibo correlate, prima di tutte il sovrappeso e l’obesità.

Donna in forma: strategie di un cambiamento     

Il modo per migliorare il proprio corpo, avvicinandosi a quella che può essere la personale migliore forma fisica, prende origine dalla consapevolezza che tutti i giorni sono giusti per iniziare un percorso migliorativo e che non esiste un periodo dell’anno più corretto, più adatto, più funzionale!

Frammenti di vita quotidiana

La presa in carico di se stessi è un gesto impegnativo che dovrebbe essere quotidiano ma il beneficio che offre e la sensazione di essere dalla parte giusta nel posto giusto e nel modo giusto compenserà la fatica di questo momento.

Importanza del controllo periodico (riletto in occasione di un periodo difficile)

L’emergenza che stiamo vivendo da metà marzo, ha provocato tutta una serie di riflessioni alle quali non eravamo probabilmente preparati.

#iorestoacasa: gli effetti negativi sul peso

Gli effetti indesiderati da #iorestoacasa, utile al 100% nella lotta contro il Coronavirus, sono potenzialmente negativi per la forma fisica e il peso.

L’alimentazione al tempo del Coronavirus

La situazione sanitaria in cui viviamo da qualche settimana impone a tutti l’applicazione di norme di comportamento utili a evitare di ammalarci.

Giornata nazionale del fiocchetto lilla

15 marzo 2020: la giornata dedicata ai Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA). 

Che fine ha fatto un obiettivo non raggiunto?

Che fine fa un obiettivo non raggiunto? E dove va a finire il paziente quando abbandona il percorso suggerito senza aver raggiunto l’obiettivo che si era proposto?

Mission

Esistono ancora i Medici che vivono il loro lavoro come una missione?

Le ragazze che non mangiano

Dal desiderio di migliorare il proprio corpo al disturbo del comportamento alimentare.

Carla è tornata!

Carla mi telefona. Dopo mesi che non la vedo, mi chiama nel primo pomeriggio di un giorno qualunque. La voce tradisce l’emozione che prova.

Il colore delle bugie

Di un disturbo alimentare si può morire…. Si può vivere… Si può guarire!

Scorciatoie

Affideresti la salute di tuo figlio a un pediatra che ha usato una scorciatoia per arrivare a coprire quel ruolo?

Il sentimento di vergogna

Il sentimento di vergogna è molto presente nel paziente obeso o anche solo in sovrappeso…

Eroe

Un pensiero per una mia paziente. Ai miei occhi sei una persona meravigliosa a cui il destino ha riservato una malattia terribile…

La storia di Marta

Marta è una donna di 44 anni che arriva da me in un giorno d’estate; il suo peso è di 160,5 kg.La bilancia del mio ambulatorio non riesce a pesarla…

Crisalide

Ti ho incontrato che eri poco più di un ragazzino  con un peso il doppio di quello che le tabelle percentili dicevano che avresti dovuto avere in base alla tua età…

Sensi di colpa – Cronaca di un fallimento

Senza addentrarmi nel significato di “Morale” con l’emme maiuscola e senza cercare interpretazioni filosofiche e psicologiche del concetto di morale…

Contenuto & contenitore

Credi in te stessa… dai valore al contenuto del tuo cervello e del tuo cuore… Non fare l’errore di puntare tutto sulla forma fisica e sul peso che, per quanto importanti, sono solo una parte di te!

Pillole da un giorno qualunque in ambulatorio

Alcuni hanno la fortuna di avere una bella famiglia e un compagno che li amano “ un tanto al chilo” – ma sono in forte disagio ugualmente…

Caro Paziente…

Quest’anno festeggio 20 anni di professione e giunti oramai alla fine anche del 2016, voglio condividere con te questo importante risultato.